COSA SERVE PER RAGGIUNGERE UN OBIETTIVO? CHE NE DITE DELLO SWOT?

Siamo un po’ tutti mossi da tanti desideri e vorremmo che diventassero realtà, questo accade nel mondo delle favole, ma le abbiamo lasciate da tempo, da quando eravamo piccini o… forse no?

Le favole, infatti, terminano spesso con “…e vissero felici e contenti” e il protagonista arriva al lieto fine solo dopo aver attraversato minacce, colto opportunità, agito secondo le proprie forze e cercato di gestire le debolezze. Allora di cosa parlano le favole, forse dello SWOT? ;D

SWOT Analysis è un metodo che nelle attività commerciali è ampiamente usato; si tratta di una sigla in cui ogni lettera è l’inizio di una parola:

S sta per strenghts, ovvero “punti di forza”;

W sta per weaknesses ovvero “punti di debolezza”;

O sta per opportunities ovvero “opportunità”;

T sta per threats ovvero “minacce”.

Dinanzi a un progetto o a una situazione nella quale occorre prendere delle decisioni, l’analisi SWOT è quanto mai opportuna; vediamo come si usa.

Definito l’obiettivo che si vuole raggiungere, valutiamo in prima istanza i punti di forza (S) ossia quanto possiamo mettere di noi stessi per raggiungerlo e quindi chiederci: come posso utilizzare le forze in direzione dell’obiettivo?

In un secondo momento occorre considerare quali sono i nostri punti di debolezza che rendono difficoltoso andare nella direzione dell’obiettivo, chiedendoci: come posso correggere le debolezze?

Sia i punti di forza che i punti di debolezza appartengono alla persona o all’organizzazione di cui fa parte; a questi bisogna aggiungere i fattori esterni che possono influenzare il raggiungimento dell’obiettivo. L’influenza dei fattori esterni può essere positiva ovvero le opportunità che si presentano e, quindi, domandiamoci: come posso sfruttare le varie opportunità?

Oppure le minacce che vogliono ostacolare il raggiungimento del nostro obiettivo e, quindi, chiederci: come posso ridurre ciascuna minaccia?

Facciamo un esempio?

«Avrò segnato undici volte canestri vincenti sulla sirena, e altre diciassette volte a meno di dieci secondi alla fine, ma nella mia carriera ho sbagliato più di 9.000 tiri. Ho perso quasi 300 partite. Per 36 volte i miei compagni si sono affidati a me per il tiro decisivo… e l’ho sbagliato. Ho fallito tante e tante e tante volte nella mia vita. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto».

Queste le parole di un famoso giocatore di pallacanestro Michael Jordan. Possiamo evidenziare come suoi punti di forza (S) l’aver segnato undici volte canestri vincenti sulla sirena. Punti di debolezza (W) aver sbagliato più di 9.000 tiri. Del resto c’è stata la capacità di cogliere opportunità (O), aver cioè segnato diciassette volte a meno di dieci secondi alla fine e, d’altro canto, gestito minacce (T), perché se è vero che per 36 volte i suoi compagni si sono affidati a lui per il tiro decisivo… e l’’ha sbagliato, alla fine ha vinto tutto. Sì, vinto tutto, perché ha ottenuto i seguenti obiettivi:

Vinto sei titoli NBA con i Red Bulls; 6 volte su 6 ha giocato alle finali di NBA e 5 volte alle ‘regular season’. Ha vinto per ben 10 volte il titolo di maggiore campione di canestri della NBA; per 3 volte ha vinto la classifica dei recuperi difensivi e per 2 stagioni consecutive è stato il giocatore con il maggior numero di minuti giocati. Detiene ancora oggi il record NBA per la miglior media punti per partita in carriera e altro ancora…

Che ne pensate, sarebbe stata un buona decisione averlo avuto nella vostra squadra?

3 risposte a "COSA SERVE PER RAGGIUNGERE UN OBIETTIVO? CHE NE DITE DELLO SWOT?"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: