DI CHE SEGNO SEI? (parte terza)

Parliamo ancora di qualche elemento di grafologia utile alla conoscenza di noi stessi e degli altri.

Lo spazio sulla pagina dove c’è la nostra firma e lo spazio attorno alla nostra persona, lì dove ci collochiamo nella realtà, si rispecchiano. Come, infatti, ci poniamo nello spazio fisico, così poniamo la nostra firma, la rappresentazione di noi, nello spazio del foglio e, nello spazio del foglio, inevitabilmente poniamo anche il nostro rapporto con gli altri o con le situazioni.

A questo proposito scrivere il proprio nome usando una larghezza di lettere, mostra la capacità ad avere un’altrettanta larghezza di vedute, una intelligenza profonda ad abbracciare gli accadimenti e le relazioni nella loro totalità; al contrario, una strettezza di lettere indica una intelligenza acuta, focalizzata e un sentimento più competitivo, concentrato però su un solo aspetto di quanto succede o su un solo particolare del rapporto con l’altro.

La larghezza può essere anche tra le lettere a indicare una personalità che si espande in generosità verso l’altro; lo spazio tra le lettere manifesta un’apertura al sentimento, allo slancio, all’accoglienza calorosa. All’opposto il timore di essere privati di qualcosa fa ridurre lo spazio tra le lettere, come a contenersi se non proprio a contrarsi fino a esprimere avarizia.

Uno spazio medio tra le lettere sarà espressione di persone che hanno come valore la giustizia e quindi un movimento espansivo più attento, la propensione a verificare le relazioni senza aperture o chiusure ingiustificate.

In ultimo, abbiamo lo spazio largo tra parole, in cui la persona mette in rilievo la capacità di un pensiero critico, di presa di distanza dal mondo sensibile per sottoporlo a valutazione. La persona tende al ragionamento, alla logica, se eccessivo, però, lo spazio diventa gusto per la discussione, tendenza a indugiare, fatica a concludere.

Abbiamo terminato queste nostre riflessioni di elementi di grafologia scoprendo che la nostra firma rivela molto più di noi di un semplice dato anagrafico. Alla luce di quanto è emerso, resta ancora interessante la domanda “di che segno sei?” e magari approfondire la risposta attraverso un sito che abbiamo trovato notevole: www.grafologiamorettiana.it.

Una risposta a "DI CHE SEGNO SEI? (parte terza)"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: