3 PASSI VERSO IL SUCCESSO

Veramente solo tre passi per avere successo? Mi domanderete…

Sì, tre passi, non uno di più.

E quali sono? Mi sembra tu, che stai leggendo, stia chiedendo.

Eccoli, dunque!

 

Primo passo: individuo cosa so fare.
Ciascuno di noi nasce e porta dentro di sé delle attitudini o inclinazioni o “bernoccoli” o come si vuol chiamarli, cioè quelle capacità di fare delle cose senza molto sforzo, anzi addirittura con scioltezza, si può parlare di vocazione ad essere bravo in qualcosa.
Come si fa a individuare questa bravura?
Basta fermarsi un attimo e riflettere su cosa ci appassiona fare oppure quali sogni popolavano la nostra infanzia e ci hanno accompagnato nel tempo.

Scriveva il poeta Rainer Maria Rilke a un giovane poeta:
Lei domanda se i suoi versi siano buoni. Lo domanda a me. Prima lo ha domandato ad altri. Li invia alle riviste. Li confronta con altre poesie, e si allarma se certe redazioni rifiutano le sue prove. Ora, poiché mi ha autorizzato a consigliarla, le chiedo di rinunciare a tutto questo. Lei guarda all’esterno, ed è appunto questo che ora non dovrebbe fare. Nessuno può darle consiglio o aiuto, nessuno. Non v’è che un mezzo. Guardi dentro di sé. Si interroghi sul motivo che le intima di scrivere; verifichi se esso protenda le radici nel punto più profondo del suo cuore; confessi a se stesso: morirebbe, se le fosse negato di scrivere? Questo soprattutto: si domandi, nell’ora più quieta della sua notte: devo scrivere? Frughi dentro di sé alla ricerca di una profonda risposta. E se sarà di assenso, se lei potrà affrontare con un forte e semplice «io devo» questa grave domanda, allora costruisca la sua vita secondo questa necessità.

Ecco la prima e fondamentale cosa da scoprire di noi stessi: per cosa siamo tagliati?

Secondo passo: imparo a farlo bene.
Sì, è importate capire per cosa siamo tagliati ma al genio occorre pure l’arte ossia, dopo aver scoperto la propria attitudine, è necessaria anche una seria e continua applicazione. Ogni grande artista aveva dentro sé “un fuoco che lo divorava” per la pittura, la musica, la scultura, ecc…. ma:

Forse è stato un mio errore. Forse vi ho fatto credere che fosse facile, mentre non lo era affatto. Forse vi ho fatto credere che le mie azioni migliori cominciassero sulla linea del tiro libero e non in palestra.
Forse vi ho fatto credere che ogni tiro fosse vincente, che il mio gioco fosse costruito sulla velocità e non sulla fatica.
Forse è stato un mio errore che non vi siate accorti che ogni mio fallimento mi ha dato forza e il dolore è stata la mia motivazione.
Forse vi ho lasciato credere che il basket è stato un dono di Dio e non qualcosa per il quale ho lottato ogni singolo giorno della mia vita.
Forse ho distrutto il gioco o forse state cercando solo scuse.
                                      (il campione di basket Michael J. Jordan a un gruppo di giovani giocatori).

Quindi: imparare ad essere competenti e perché no, anche tra i migliori in campo.

Terzo passo: farsi pagare per farlo.
Questo terzo passo è importante quanto gli altri due, perché nessun uomo è un’isola, come affermava il noto poeta inglese John Donne, e quindi abbiamo bisogno di essere riconosciuti dagli altri per chi siamo e per quanto valiamo, e a giusta ragione diremmo. Inoltre, poiché non si vive di sola gloria, avere un ritorno finanziario significa anche letteralmente vivere della propria passione e allora: non è qualcosa di veramente grande fare della propria passione un lavoro ed essere così apprezzato da viverci degnamente?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: